Auguri Donne: torta mimosa

Per la festa della Donna ho preparato non una ma due torte Mimosa! Siete curiose di provarle entrambe? Allora eccovi le ricette!

 

Mimosa classica

INGREDIENTI

 

Per il pan di spagna

6 uova (circa 360 g)
180 g di zucchero semolato
70 g di farina 00
80 g di fecola di patate
Scorza di un limone

Per la crema chantilly

400 g di crema pasticcera (circa 50 g di tuorli, 60 g di zucchero semolato, 30 g di farina 00 o amido di mais, 300 g di latte intero, scorza di limone o mezza bacca di vaniglia)
200 g di panna liquida da montare
40 g di zucchero a velo
7-8 fette di ananas sciroppato

Per decorare

Pan di spagna -potete usare gli avanzi di quello che preparerete per la base-
Pasta di zucchero (Facoltativa)
Rametti di mimosa

PROCEDIMENTO

Per il pan di spagna

Montate le uova con lo zucchero fino ad avere una montata gonfia e spumosa, per intenderci deve “scrivere”; aggiungete le farine setacciate e la scorza di limone grattugiata, versate in uno stampo rivestito di carta forno e cuocete a 180° C per 30-35 minuti. Un consiglio: versate solo 3/4 di composto nello stampo scelto per la torta e mettete il restante quarto in un’altra teglia più piccola così avrete abbastanza pan di spagna anche per la copertura.

Per la crema chantilly

Dopo aver preparato la crema pasticcera lasciatela raffreddare da parte, coperta con la pellicola trasparente a contatto, e montate la panna con lo zucchero a velo.
Unite i due composti mescolando dal basso all’alto con cura. Se la crema pasticcera è abbastanza soda e la panna è montata come si deve -nè troppo nè poco- non c’è bisogno di aggiungere gelatina alimentare o simili, la chantilly risulta abbastanza stabile da farne a meno.
Tenete da parte la chantilly e nel frattempo scolate e tagliate le fette di ananas sciroppato in pezzetti da circa 1,5 cm, quindi uniteli alla crema.

Dopo aver sfornato il pan di spagna lasciatelo freddare, tagliate in strati e cominciate a farcire con la chantilly ciascuno di essi. Cospargete anche la superficie della torta con la crema poi mettete in frigo a riposare.

Nel frattempo prendete l’altro piccolo pan di spagna e tagliatelo in cubetti di circa 1 cm per lato. Dopo aver ricavato i cubetti spargeteli sulla superficie della torta e la mimosa è pronta!
Se volete potete decorare la mimosa con soggettini in pasta di zucchero. Come vedete nella foto io ho fiori e farfalle gentilmente preparate dalla Nonna Marisa!

 

Mimosa light

Aspettate, aspettate, aspettate.. Non è finita qua. Voglio fare un regalo a voi Donne che mi seguite e siete sempre così carine.

Probabilmente molte di voi saranno a dieta quindi ho pensato “perché rinunciare alla mimosa proprio nell’unico giorno in cui sarebbe concesso qualsiasi sgarro?” ed ecco che ho preparato una mimosina light.

Le differenze rispetto alla normale mimosa?

Il pan di spagna è lo stesso e la crema pasticcera viene preparata con:

160 g di uova (di cui 2 tuorli e 2 uova intere)

180 g di zucchero

600 g di acqua (potete anche fare 400 g di acqua e 200 g di latte che non cambia molto)

45 g di amido di riso o di mais (meglio della farina)

la scorza di un limone

Ovviamente dopo non dovete aggiungere panna montata!
Io la mimosa light l’ho fatta a mo’ di zuccotto rivestendo una ciotola col pan di spagna, bagnandolo con lo sciroppo dell’ananas -ottima soluzione nel caso in cui la mimosa la mangino anche i bambini!-, coprendo con uno strato di crema, pezzetti di ananas poi pan di spagna e di nuovo come prima. Alla fine ho chiuso lo zuccotto, l’ho lasciato due orette in frigo, l’ho ribaltato, coperto con la crema rimasta e cosparso di cubotti di pan di spagna. 

E’ leggerissima e molto gustosa! Provatela

Written By
More from Carlotta

Crostata alla ricotta con pere caramellate

  Siete alle prese con i preparativi in vista di San Valentino?...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *