Carciofo alla giudia

Buon sabato!

La ricetta di oggi appartiene alla tradizione culinaria italiana, in particolare a quella romana e prevede l’utilizzo di un solo ingrediente: il carciofo. 

Questa volta lo prepareremo alla giudia, prossimamente alla romana!

Carciofo alla giudia

INGREDIENTI

Una mammola

Olio per friggere, meglio se d’oliva

Sale

Limone

 

PROCEDIMENTO

Lavate e mondate la mammola privandola delle foglie esterne più coriacee, tornendo leggermente il gambo ed eliminando la barba interna. Potete friggerlo semplicemente come natura l’ha fatto oppure dargli una forma a rosa come ho fatto io. 

 

Per fare ciò dovete semplicemente ripiegare ciascuna brattea (foglia) verso l’interno della mammola.
Conservate il carciofo in acqua acidulata con limone per evitare che ossidi; al momento della cottura scolatelo bene e asciugatelo poi tuffatelo nell’olio a 140°C per dargli una prima cottura, scolatelo e lasciatelo riposare per 2 minuti. Alzate il fuoco sotto alla pentola e rifriggetelo a circa 170°C per dargli colore, scolatelo, salatelo per bene e lasciatelo riposare due minuti.

carciofo alla giudia

Se sei finito qua sul mio blog c’è sicuramente un buon motivo 😀

Il tuo sostegno è prezioso per Magna e Tes, perciò, se ti va, seguici sui Social e condividi i nostri articoli.

Puoi trovarci su Instagram, su Facebook , su Youtube, Twitter e Pinterest. Dai un’occhiata e unisciti a noi!

Inoltre, per rimanere sempre aggiornato sulle nostre ricette, sulle nostre guide di viaggio e in generale su ciò che combiniamo, iscriviti alla Newsletter di Magna e Tes. Riceverai solo un’email a settimana, ricca di interessanti contenuti da guardare e leggere 🙂

Written By
More from Carlotta

Brioches integrali e caramelle di wurstel

Buongiorno a tutti! Visto che non pubblico ricette di finger food da...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *