Creme brulée….e crema catalana

Con questo freddo ho pensato ad una bella ricetta sostanziosa, da servirsi calda e tutto sommato veloce per scaldarsi più in fretta: la creme brulée!
Di base è simile alla ricetta per la crema catalana (che però contiene amidi o farine), la differenza sta sostanzialmente nella cottura, in forno a bagnomaria per la prima e sul fuoco per la seconda. In più nella creme brulée si può sostituire parte del latte con la panna fresca, mentre nella catalana si usa solo latte.

Vediamo gli ingredienti per la creme brulèe.



INGREDIENTI (per 5 persone)

4 tuorli
120 g di zucchero semolato
400 g di panna fresca + 100 g di latte intero (o 500 g di latte intero)
Zucchero di canna per la crosticina
1/2 bacca di vaniglia


PROCEDIMENTO

Mettere il latte e la panna a scaldare in un pentolino con la bacca di vaniglia; intanto sbattere tuorli e zucchero in una ciotola. Unire il latte caldo filtrato a tuorli e zucchero, amalgamare bene poi versate la crema in una pirofila o in piccole cocotte e cuocete a bagnomaria (mettendo la pirofila o le cocotte dentro ad una teglia alta piena d’acqua) a 180° per circa un’ora. 
Trascorso il tempo necessario la crema sarà bella soda, cospargetene la superficie con zucchero di canna a sufficienza e rimettete in forno con funzione grill fino a colorarlo.

A piacere potete aromatizzare la crema con liquori, scorza di limone/arancio o spezie.

 

Ecco invece la ricetta della crema catalana.



INGREDIENTI (per 5 persone)

4 tuorli
90 g di zucchero semolato
500 g di latte intero
30 g di amido di mais
Aroma a piacere tra: cannella, limone, zenzero o vaniglia
Zucchero di canna q.b.


PROCEDIMENTO

Portate a bollore il latte con l’aroma da voi scelto e, intanto, sbattete i tuorli con lo zucchero, aggiungete l’amido e mescolate bene.
Versate il latte caldo, dopo averlo filtrato, nel composto preparato e mescolate bene. Riportate sul fuoco e cuocete fino a quando la crema si sarà addensata, spegnete il fuoco e versate la catalana in una pirofila o in piccole cocotte.
Mettete in frigo a riposare per almeno due ore. Vi conviene far raffreddare prima la crema fuori dal frigo, coperta con pellicola a contatto, e poi metterla in frigo o, se ce l’avete, potete usare un abbattitore.
Dopo due ore togliete le cocotte o la pirofila dal frigo, cospargete la superficie con zucchero di canna e caramellate con un cannello o in forno col grill.

Written By
More from Carlotta

Vellutata di cavolo verza e patate

Nemmeno oggi il freddo ci ha risparmiato, eh?! Qui in casa mi...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *