Frappe o rosoni? Son tutte chiacchiere

Buondì, in tema carnevalesco oggi si parla di FRAPPE

Le frappe o rosoni sono dolci carnevaleschi tipici dell’Emilia Romagna (in particolare di Modena e Bologna), ma in pratica non sono altro che le bugie in Piemonte e Liguria, i cenci toscani, i crostoli di Ferrara, le chiacchiere nella maggior parte delle regioni e potrei andare avanti ad oltranza.

Questo per farvi capire che la mia ricetta non è legge, nè qua nè tanto meno nel resto d’Italia, esistono miliardi di ricette tutte più o meno giuste! Se vi va di provare avete la mia ricetta (che è quella della Nonna Marisa, una garanzia!), non ve ne pentirete!

INGREDIENTI

500 g di farina 00
2 uova grandi o 3 piccole
10 g di burro morbido
15 g di zucchero a velo + un po’
1 pizzico di sale
20 mL di cognac o sambuca
Succo e scorza di un’arancia
Mandorle o nocciole tritate
Zucchero semolato 
Olio per friggere

PROCEDIMENTO

Disponete la farina su una spianatoia, aggiungete il burro morbido, le uova, lo zucchero a velo, il cognac, la scorza e il succo d’arancia. Lavorate bene il tutto in modo da ottenere un bell’impasto compatto e poco appiccicoso che dovrà riposare per un’oretta. 

Per rendere le frappe ancora più giocose e carnevalesche si possono aggiungere alcune gocce di colorante all’impasto, per esempio verde o rosso. Il risultato sarà più o meno questo.


Trascorsa l’ora dovete stenderlo a sfoglie sottili, un po’ come quelle per la pasta all’uovo, e tagliarle a rettangoli di circa 5×12 cm. Ogni rettangolo deve essere inciso al centro per il senso della lunghezza, quasi a formare una fessura; a questo punto potete friggere le frappe così oppure ripiegare un lembo di pasta all’interno della fessura, una o due volte.

In alternativa potete fare dei fiori oppure qualsiasi altra forma. 
Friggete le frappe in abbondante olio di semi alla temperatura di 170/180° C, scolate su carta assorbente e spolverizzate di zucchero a velo. 
Un altro modo carino e anche molto buono per utilizzare l’impasto delle frappe è quello di preparare delle strisce di sfoglia piuttosto lunghe, cospargerle di zucchero semolato, arrotolarle e friggerle. Sono favolose!

Oppure mai provate le tagliatelle?!

Written By
More from Carlotta

Torta spumante per un buon anno

Stamattina riguardavo le foto dei dolci che ho fatto e ho trovato...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *