Gavioli Antica Cantina: museo e cantina

La settimana scorsa è venuta a trovarmi un’amica tedesca che non vedevo da ben quattro anni. E’ volata qui da Potsdam carica di cioccolato e dolcetti per me.

Prima della sua partenza le ho chiesto cosa preferisse vedere nella nostra bella Modena e, in generale, in Emilia Romagna. Charlotte, la “Carlotta tedesca” come mi son divertita a presentarla in questi giorni, mi ha semplicemente chiesto di vivere come una modenese, assaporando con tutti i sensi ciò che di tipico abbiamo. E così ho fatto!

A parte averle fatto fare la sfoglia con la Nonna Marisa, assaggiare tutti i prodotti tipici e averle fatto vedere la nostra città, l’ho fatta entrare con me nel mondo del Lambrusco.

Un’occasione migliore per farglielo assaggiare non poteva esserci dato che il weekend scorso c’era la Festa del Lambrusco a Castelvetro, ma non mi sono limitata a quello. La settimana scorsa l’ho portata da Gavioli Antica Cantina di Nonantola, una tra le più significative per la nostra città, facente parte del gruppo Giacobazzi!

Una grande sorpresa, benché mi fossi documentata a riguardo, è stata la visita al Museo oltre a quella alla Cantina!

Qui trovate anche il video sulla nostra visita: Gavioli Antica Cantina (Seguiteci anche su Youtube!).

Una volta oltre la porta di vetro a cui si accede al Museo, si è come catapultati in un realtà diversa, nel passato. Una vastissima esposizione di macchinari, attrezzi e strumenti utilizzati in passato per la nobile arte della vinificazione, per l’aratura e la semina, e non solo.

Ecco alcune delle tante foto scattate al Museo.

dsc02452

dsc02425

dsc02429

dsc02431

dsc02443

 

A farci da guida è stata Angela, una tra i figli di Antonio Giacobazzi, eredi di una grande tradizione e storia.

La fondazione dell’Azienda e il grande successo in territorio estero, oltre che modenese, la sponsorizzazione del campione Gilles Villeneuve per la Ferrari e l’innovazione sono solo alcuni punti salienti della storia di questa azienda.

dsc02454

Non è stata, però, una strada tutta in discesa, soprattutto perchè attorno agli anni Novanta, si è andati incontro a una separazione all’interno della famiglia, oltre che nell’Azienda.

Antonio e Giancarlo, due dei fratelli Giacobazzi, da sempre complici e collaboratori in questa tradizione famigliare, hanno deciso di prendere strade differenti e da lì la Cantina ha affrontato periodi difficili, distanti dal grande successo e rilievo ottenuto poco dopo la sua fondazione.

Fortunatamente, però, dal 2014 in poi Antonio è riuscito a rimettere insieme i pezzi di questa Cantina storica, ceduta in parta a imprenditori piemontesi negli anni precedenti. Da quel momento l’Azienda Giacobazzi, rafforzata dall’acquisizione delle aziende Donelli Vini di Gattatico e Gavioli Antica Cantina, ha ripreso il suo percorso e, soprattutto, la sua posizione di prestigio tra le cantine della zona.

Dopo la visita al Museo e la spiegazione della interessante storia di questa Azienda, siamo passate in Cantina dove abbiamo avuto modo di conoscere i vini e le loro lavorazioni.

Il marchio Giacobazzi, comprensivo di gruppi Gavioli e Donelli, produce circa 30 milioni di bottiglie l’anno, un bel numero insomma!

Tra queste abbiamo diverse tipologie di Lambrusco Grasparossa di Castelvetro, Sorbara e anche Lambrusco Reggiano. Meritano di essere citate le bottiglie firmate Scaglietti, un brillante carrozziere che disegnò molte tra le più celebri Ferrari degli anni ’50-’60.

In più, oltre ai classici Lambrusco, è possibile trovare la versione spumantizzata, sia con metodo Ancestrale -ovvero con rifermentazione in bottiglia- che con metodo Classico vinificato in bianco. Un chiaro segno di quella innovazione che già negli anni Ottanta contraddistinse la famiglia Giacobazzi!

Infine, un prodotto ancora innovativo benché sia stato messo in commercio nel 1979, è il succo d’uva, un’alternativa gustosa sempre a base d’uva e frutta per chi non può bere alcol.

Noi abbiamo assaggiato il Lambrusco D.O.C. Sorbara Gavioli -secco e piuttosto beverino grazie alla sua punta di acidità, oltre al profumo floreale- e il Lambrusco D.O.P. Reggiano Donelli, in bottiglia Scaglietti -secco, fruttato al naso, con un sapore intenso e una lieve sensazione di tannino che non guasta-.

Di seguito vi lascio qualche foto della Cantina, che a noi è piaciuta molto, e del punto vendita.
dsc02468

 

dsc02465

 

dsc02462

 

dsc02470

 

gavioli

 

Se l’affascinante storia -che per motivi di tempo ho abbreviato-, l’interessante Museo e la ricca Cantina dell’Azienda Giacobazzi vi hanno incuriosito, passate a trovarli!

 

Gavioli Antica Cantina s.r.l.

Via Provinciale Ovest 55, Nonantola (MO) 41015

+39 059545462

[email protected]

www.gaviolivini.com

 

More from Carlotta

Quinoa con pomodorini, cipolla rossa e basilico

Da quando collaboro con la Cooperativa Chico Mendes di Modena, ho scoperto...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *