Gelato25: il gelato a casa tua, pronto in 25 minuti!

Qualche settimana fa ho ricevuto una telefonata da un numero sconosciuto e, convinta fosse un cliente che voleva prenotare, ho risposto senza esitare.

In realtà non si trattava di un cliente, o almeno non ancora, ma di Luca, instancabile lavoratore per Gelato25, una azienda che produce preparati per gelato artigianale.

Mi chiamo Luca, dice, e ho conosciuto te e la tua attività grazie ai social network. Pensa, una amica comune ha messo mi piace a un post di Magna e Tes e io, incuriosito, ho dato un’occhiata al tuo sito. Mi sembri molto vulcanica e curiosa, perciò vorrei parlarti di un progetto.

 

Gelato25

Mi spiega che lavora per un’azienda, Gelato25, a Reggio Emilia e che vorrebbe farmi provare questo particolare prodotto.

E’ un preparato finito -non bisogno aggiungere nulla- per preparare il gelato in poco tempo, evitando la miscelazione, pastorizzazione, maturazione e tutti i passaggi che, solitamente, dissuadono dal prepararlo da sè. Difatti, a meno che voi non possediate una gelateria e per mestiere passiate le vostre giornate a miscelare, pastorizzare e mantecare, preparare il gelato in casa o in un piccolo ristorante è piuttosto impegnativo.

gallery_081-366x240

Io, però, sono tutta strana -e ormai questo lo sapete- e mi piace molto fare il gelato in casa. Da qualche anno mi sono attrezzata con una gelatiera e ho studiato la calibrazione di ogni miscela, in più aggiungeteci che mi piace sperimentare e ci siamo!

Ma..e ripeto ma, l’idea mi ha incuriosito parecchio perciò sono rimasta ad ascoltare.

Ciascun preparato è realizzato partendo da materie prime di qualità e provenienza italiana; non usiamo addensanti, conservanti o altri additivi chimici, anzi, prediligiamo alimenti naturali come la farina di carrube –ebbravo Luca, questa cosa per me è un must!-.

Alla base della maggior parte di essi c’è latte intero dai pascoli della Val D’Aosta, utilizzato addirittura dopo poche ore dalla mungitura. Ciò garantisce massima freschezza e un sapore unico al preparato. 

E ci credo visto quel che mangiano le mucche nei pascoli valdostani! Ma perché andare fino in Val D’Aosta, quando qui abbiamo latte in quantità e le nostre “mucche emiliane” garantiscono una qualità eccelsa?

Ci stiamo lavorando, dice Luca. Per quanto ci piacerebbe poter utilizzare il nostro buonissimo latte, la scelta ricade sugli alpeggi valdostani per una questione di processi produttivi, al di là del sapore.

Poco dopo la mungitura, questo latte subisce una sterilizzazione UHT per garantire salubrità e conservabilità, ma c’è un particolare in più. In realtà, nello stabilimento in Val D’Aosta è in uso un impianto per sterilizzazione UHT innovativo, formato da tantissimi tubicini -non uno unico come nel metodo classico- attraverso cui il liquido passa e riceve il vapore ad alte temperature.

La differenza è che con questo tipo di impianto le molecole vengono ionizzate e le particelle di grasso vengono scomposte, rese molto piccole, e ciò rende il nostro prodotto estremamente cremoso, scioglievole.

Inoltre, la sterilizzazione UHT ti consente di tenere tranquillamente il brick fuori frigo per mesi.

Per quanto mi incuriosisse il discorso dei pascoli, dell’UHT innovativo e via dicendo, volevo sapere qualcosa di più riguardo a questo “brick di gelato quasi pronto”.

Allora Luca mi spiega che preparare il gelato così è semplicissimo. Versi il preparato in gelatiera, azioni e dopo circa 25 minuti hai il prodotto finito! 

Non hai una gelatiera? Puoi farlo lo stesso, tecnicamente non sarà un vero gelato -di fatto, per essere chiamato tale deve essere mantecato, ovvero amalgamato a freddo in un apposito macchinario che lo “alleggerisca” con una percentuale di aria, il celeberrimo overrun-, ma praticamente otterrai lo stesso effetto!

In questo caso basta congelare il contenuto del brick -magari in una ciotola o contenitore basso, così che impieghi meno tempo- poi frullarlo con un blender abbastanza potente. Pochi secondi e avrete il gelato pronto!

Arrivati a questo punto sembrava tutto troppo perfetto: un preparato per gelato già pronto che devi solo mettere in gelatiera ed è fatta? Niente, dovevo provare per credere!

 

Visto, annusato e assaggiato!

Ecco che finalmente ho dato un volto alla voce che mi ha spiegato tutto per telefono. Luca, armato della sua gelatiera e dei brick, mi ha dato prova di quel che diceva.

In quei 25 minuti di mantecatura del gelato ho provato in tutti modi a trovare il pelo nell’uovo, a scovare la fregatura, ma non ce l’ho fatta. Mi sono dovuta arrendere, a maggior ragione quando ho assaggiato la prima cucchiaiata di gelato!

E credetemi, non lo dico per convenienza, come ribadisco sempre -anche qui: Collaborazioni, fornitori, sponsor– scelgo personalmente e scrupolosamente le collaborazioni e le materie prime da utilizzare. Non accetto prodotti e collaborazioni se non ne condivido la filosofia, anche se ciò vuol dire precludersi visibilità e guadagno. A dirla tutta, però, non è questa la mia prerogativa, motivo per cui non vedrete mai il mio faccino stampato su qualche crema di cioccolata industriale.

 

Morale della favola?

Io e Luca abbiamo appuntamento settimana prossima, mi porta i brick di gelato da provare e da farvi provare! Sicuramente lo proporrò, semplice o lavorato, a chi verrà a cena prossimamente, ma stiamo già progettando alcune degustazioni per voi che vi siete fatti incuriosire leggendo.

Di cose da dire ne avrei ancora tante, ma avrò modo di farlo presto. Intanto vi invito a visitare il sito di Gelato25 –www.gelato25.com– oppure a scrivermi [email protected] per provarlo e per curiosità di ogni tipo.

Qui sotto, per non farvi mancare nulla, vi lascio le foto dei miei “esperimenti” con Gelato25. Provato, elaborato e divorato!

 

Qui sotto gelato alla crema affogato al vin brulè! Spettacolare!

dsc02739
dsc02746

 

Qui sotto gelato al fiordilatte con marron glacè, cacao e cioccolato! Una bontà unica!

dsc02749

dsc02751

Questi sono i gusti disponibili, per ora. Gli artigiani sono continuamente all’opera per produrre nuovi sapori.

prova_2-301x549g25-nocciola-301x549g25-caffe-301x549g25-crema-301x549

 

 

 

 

 

 

gelato25

g25-limone-301x549g25-cioccolato-301x549

yogurt_1-301x549

 

 

 

 

 

 

Già così c’è una base di gelati sui quali anche a casa si può lavorare, aromatizzando a proprio piacimento!

More from Carlotta

Torta della Nonna e auguri a tutti i Nonni!

Forse non lo sapevate ma oggi, due ottobre, è la festa dei...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *