Zuppa di wonton e pollo alle mandorle

Buongiorno!

Come di consueto negli ultimi mesi cominciamo il lunedì mattina con un bel viaggio, mentale però!

Ci spostiamo virtualmente in Cina dove prepariamo due piatti tipici:

Zuppa di wonton e verdure

30-04-16 giappo cina. zuppa di wonton e verdure

 

Pollo alle mandorle

30-04-16 giappo cina. pollo alle mandorle

 

Prima di passare alle ricette voglio lasciarvi qualche curiosità sulla cucina cinese.

Innanzitutto è bene sapere che la cucina cinese è binaria ovvero si basa sull’associazione di un farinaceo (riso o cereale) con carne o pesce; il riso è sempre presente nei piatti di questa gastronomia poichè è un elemento neutrale secondo la teoria dello yin (femmineo) e lo yang (masculo). Assieme al riso devono essere serviti alimenti dello yin (femminei) e yang (masculi), solo così il piatto sarà equilibrato.

La cucina cinese, inoltre, segue uno schema preciso per la realizzazione di un piatto, ovvero: precucina, tagli e intagl, prefigurazione del piatto e passaggio sul fuoco.

L’ultima curiosità?

Le 8 delizie marine? Pinne di pescecane, oloturie, vescica natatoria, cozze, capesante, labbra di pesce, orecchie di mare, calamari.

E le 7 terrestri? Palmi d’orso, proboscidi di elefante, peni di cervo, gobbe di cammello, nidi di rondine, funghi holna e dictyphora.

 

INGREDIENTI -per 4 persone-

Per la zuppa di won ton e verdure

100 g di farina 00 (oppure 30 g di farina di riso e 70 g di 00)

60 g di acqua tiepida

Una carota

Un mazzetto di asparagi

Piselli freschi

60 g di polpa di pesce

Zenzero fresco

1 cipollotto

Alghe

Cavolo

Olio di semi

 

Per il pollo alle mandorle

4 petti di pollo o altre parti disossate e senza pelle

100 g di mandorle pelate

Una cipolla/un cipollotto

Salsa di soia q.b.

Zucchero q.b.

Zenzero fresco

Olio di semi

 

PROCEDIMENTO

Per la zuppa di wonton e verdure

Impastate acqua e farina per preparare la pasta, fate riposare per una quindicina di minuti e intanto dedicatevi al ripieno. I wan tan possono essere di carne, di pesce o di verdura, in questo caso li abbiamo fatti il pesce. Potete usare del pesce spatola cinese o pesce spada, altrimenti dei gamberetti o polpa di granchio; amalgamate la polpa di pesce con i piselli o altra verdura, condite con salsa di soia, una grattatina di zenzero e olio di semi. Ricordate che la cucina cinese non fa un grande uso di sale, per i cinesi la salsa di soia compensa il sapore salato, sapido.

Preparate anche il brodo di verdure in cui servire i wonton: utilizzate gli “scarti” di verdura come la parte finale dei gambi di asparagi, il cipollotto, i gambi del cavolo, le bucce di carota e via dicendo per prepararlo, mettete tutto in una pentola con acqua e fate bollire. Dopo circa un’ora passate tutto al setaccio e mettete il brodo filtrato in una pentola. A questo punto unite al brodo il resto degli asparagi tagliato a tocchetti, la carota tagliata molto finemente, i piselli, pezzetti di cavolo e fateli cuocere per una decina di minuti. Potete utilizzare anche altre verdure!

A questo punto stendete la pasta dei won ton, tagliatela in quadrati o coppatela a dischi e, dopo aver messo un cucchiaio di ripieno su ognuno, formate delle mezzelune/triangoli; infine, “plissettate” i ravioli pizzicando la pasta su sè stessa.

I wonton vanno cotti a vapore (meglio coi cestelli di bamboo) per circa 20 minuti e poi tuffati nel brodo caldo di verdure.

 

Per il pollo alle mandorle

In una padella fate rosolare i petti di pollo tagliati a tocchetti con olio di semi, mandorle e cipollotto, mentre in un’altra padella preparate l’agrodolce facendo caramellare leggermente qualche cucchiaio di zucchero e sfumando poi con la salsa di soia. Abbondate con la salsa di soia, sarà il “sale” della ricetta. Versate la salsa agrodolce sul pollo, aggiungete qualche pezzetto di zenzero fresco e lasciate insaporire.

Il nostro viaggio è solo all’inizio, ma abbiamo già attraversato altri paesi. Vuoi vedere cosa abbiamo cucinato? La cucina internazionale.

Written By
More from Carlotta

Petto di faraona arrosto con ratatouille di zucca e carota

Ricordate quando vi ho detto che da una faraona avevo ricavato più...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *