Cosa vedere a Miami e Miami Beach in tre giorni

E’ successo di nuovo!

Ho scritto un articolo mastodontico, pieno di consigli su Miami, e quando sono tornata per rifinire gli ultimi dettagli in vista della pubblicazione non c’era più. WordPress, perchè?! Pensavo fossimo amici!!

Lo so che starete pensando questa sia solo una scusa, in realtà l’articolo l’ho davvero scritto e poi perso. Ecco perché questa guida esce solo oggi, a un mese e mezzo di distanza dal viaggio. I ricordi sono ancora freschissimi perciò ecco i nostri consigli su cosa fare e cosa vedere a Miami in 3 o 4 giorni (o anche più se potete).

cosa vedere a Miami


Miami Beach

Forse non dovrei partire da questa che, più che una zona, è una città a sè stante. Non lo sapevate, vero?!

Ebbene, Miami Beach è un comune distinto rispetto a Miami ed è -probabilmente- la parte che abbiamo preferito del nostro viaggio. E’ frizzante, vivace, variegata e ha tantissime attrazioni da visitare, oltre al fatto che ospita alcune tra le spiagge più belle d’America ed è perfetta come zona di villeggiatura.

South Beach

E’ una ‘fetta’ molto ampia di Miami Beach e comprende quasi tutte le attrazioni di questa città. Noi abbiamo apprezzato tantissimo l’Holocaust Memorial e Soundscape Park con la sua atmosfera tropicale e i suoi variegati suoni (durante il giorno rumore di uccelli nella foresta, di sera veri e propri concerti). 

Ci siamo innamorati camminando sulla costa a Lummus Park, un bellissimo parco che si slunga accanto alla spiaggia ed è costellato di spiazzi verdi, angoli fitness e non solo. 

Avete presente quella scena da film in cui i protagonisti corrono o vanno in bici in questa meravigliosa ciclabile tra le palme, con un sole tropicale? Ecco, sicuramente l’hanno girata qui! 

Holocaust Memorial

cosa vedere a Miami

Uno dei più bei monumenti sull’Olocausto che abbia mai visto. E mi è sembrato anche un po’ strano averlo trovato a Miami, per di più a Miami Beach.

Ad ogni modo merita assolutamente una visita, magari di passaggio verso Venetian Islands -noi l’abbiamo persa per questione di tempo, ma merita!- e dopo aver visitato il Miami Beach Botanical Garden in cui potrete ammirare piante e varietà botaniche mai viste. E se lo dico io che ho visitato tutti i Botanical Gardens d’Australia potete credermi…

cosa vedere a Miami

Washington Avenue & Lincoln Road

Washington Avenue è una delle arterie principali di South Beach, che corre parallelamente alla costa e a Lummus Park, perciò la intercetterete spesso.

Noi abbiamo trovato tantissimi locali in cui mangiare, tra cui Five Guys e Andrix, ma ve ne parlerò più tardi.

Washington Avenue interseca alcune strade da non perdere assolutamente, una fra tutte è sicuramente Espanola Way, una via esclusivamente pedonale in cui si susseguono ristoranti cubani, spagnoli e non solo.

Non vi consiglio di mangiare qui, un po’ per la musica altissima, un po’ per i costi più alti rispetto ad altri posti, ma almeno di passarci.

Altra importante intersezione è con Lincoln Road, una delle prime “mall road“, isole pedonali piene di negozi di ogni genere.

E’ una mezza trappola per turisti, diciamolo, specie se ci si arriva poco dopo essere atterrati -come è successo a noi-. Ci sono ristoranti di ogni tipo, per ogni gusto, e negozi per tutte le tasche che attirerebbero chiunque.

Noi ci siamo fatti invogliare dal menù di un locale e, pressati da una pr tra le tante davanti a questi locali, ci siamo seduti. Una Caesar Salad (senza pollo) e una caprese porzioni mignon, una bottiglia d’acqua: 45$. Avrei preferito spenderli in questo posto ma purtroppo era pieno, voi prenotate per tempo e andateci!

South Pointe Park Pier

Semplicemente conosciuto come South Pointe, è un complesso che comprende la spiaggia nella punta meridionale di Miami Beach, un parco e il famoso Pier da cui si possono osservare crociere e navi che entrano nel porto di Miami.

Il nostro consiglio è di dedicare anche una giornata a questa zona, per godersi un po’ di relax e isolarsi dal caos cittadino.

Un po’ di tempo per abbronzarsi in spiaggia e fare un bagno nell’Oceano, un po’ per passeggiare accanto al Government Cut e un po’ per fermarsi a riflettere sul molo.

cosa vedere a Miami

Chissà poi che siate fortunati come noi e riusciate a vedere un lamantino!!

Da qui proseguite verso la Marina di Miami per rimanere shockati alla vista di yatch super lusso!

cosa vedere a Miami

Ocean Drive & Art Deco District

Sicuramente una delle strade più conosciute di tutt’America 🙂

Ocean Drive è un must nel ‘cosa vedere a Miami Beach’ e ha una grande vitalità sia di giorno che di notte, grazie a locali e negozi aperti ‘all day long’.

Noi ci siamo passati numerose volte, incuriositi anche da alcune bancarelle che preannunciavano un evento gastronomico -che ahimè abbiamo perso poiché eravamo già alle Bahamas-.

Il clima è rilassatissimo, è piena di turisti ma non per questo fastidioso. Noi l’abbiamo percorsa per diversi km, ammirando il susseguirsi di edifici in stile Art Deco, molti dei quali sono oggi tutelati.

cosa vedere a Miami

Di sera ha il suo perché e potete approfittarne per fare una passeggiata sulla spiaggia deserta.

Cosa vedere a Miami

Coconut Grove

cosa vedere a Miami

Ve lo dirò anche fra qualche riga, questa è un’ottima area in cui soggiornare, sia per l’estetica che per l’aria rilassata che si respira!

Qui troverete un po’ tutto ciò che serve: locali e bar carini per i pasti, negozi e piccoli centri commerciali per lo shopping, aree verdi e la spiaggia a pochi passi da voi.

E’ la più antica area residenziale di Miami e sede del primo Hotel del sud della Florida, il Bay View Inn oggi conosciuto come Peackock Inn e costruito nel 1882 da due immigrati inglesi.

Oggi è sempre un quartiere residenziale molto tranquillo e ben tenuto, motivo per cui ve lo straconsigliamo per l’alloggio.

Qui troverete diverse aree verdi, segno che gli abitanti sono persone piuttosto attive e salutari. Fate un giro al Fresh Market e ne avrete una chiara idea!

Passando per Regatta Park potreste godervi lo spettacolo dei velisti che preparano le imbarcazioni per qualche competizione. Se poi siete appassionati di barche l’intera area fa per voi: Grove Marina, Sailing Club, Pier 7 e via!

cosa vedere a miami

Vizacaya Museum

Se, invece, siete più tipi da natura sulla terra ferma dirigetevi verso il Vizcaya Museum, una tenuta storica costruita nel 1914 che ospita sculture e giardini all’italiana.

cosa vedere a Miami

Noi abbiamo preso un Trolley fin qui -scorrete qualche riga per saperne di più-, abbiamo percorso la prima parte in mezzo alla ‘jungla’ a piedi e poi siamo tornati indietro.

A noi 22$ dollari a testa sono sembrati un po’ troppi relativamente a ciò che poi avremmo visto, fossimo stati super appassionati forse li avremmo spesi, ma anche no.

Ultima cosa su Coconut Grove: evitate le zone periferiche tipo la parte a Est di Grand Ave, a meno che non vogliate trovarvi catapultati in un film gangsta. Non scherzo, purtroppo ci è successo e abbiamo vissuto minuti di ansia: avevamo tutti gli occhi puntati addosso, ci sentivamo assolutamente nel posto sbagliato ma avevamo una destinazione da raggiungere. Quella strana sensazione ci ha costretto a chiamare un taxi alla svelta e ad allontanarci, salvo poi scoprire di essere capitati in una bruttissima zona.

Coral Gables

Altro quartiere residenziale molto bello, sede dell’Università di Miami, ma decisamente più lontano dalla città e pertanto non consigliabile per l’alloggio.

cosa vedere a Miami

Sicuramente, però, merita una visita per diversi motivi.

Il primo è che durante la stagione turistica potrete visitare Venetian Pool, una meravigliosa piscina pubblica con grotte e cascate realizzata a partire da una cava. Uno spettacolo, ve lo assicuro! Peccato a Gennaio non fosse ancora aperta..

E’ previsto un pedaggio all’ingresso che credo sia di 6$ ma li vale tutti.

Altra attrazione di Coral Gables è il Miracle Mile, una lunga strada animata da ristoranti e negozi.

Infine, qui si trova il lussuoso Biltmore Hotel che in tempo di guerra fu un ospedale ed è pertato diventato un monumento storico nazionale che compare in serie come CSI Miami e Miami Vice.

Brickell

cosa vedere a Miami

E’ il distretto finanziario di Miami ma vi assicuro che è molto meno noioso di quanto possa preannunciare il nome.

Palazzi lussuosi, centri commerciali degni di nota e persino la baia di Biscayne, qua non manca niente.

A proposito di centri commerciali dovete assolutamente fare un giro al Brickell City Center, un punto nevralgico di quest’area che saprà conquistarvi con le sue boutique di lusso e ristoranti di vario genere.

Persino noi che non siamo amanti dei mall siamo passati qui ben tre volte!

cosa vedere a Miami

E’ degno di nota anche il River Walk Trail, il breve percorso accanto al fiume di Brickell Point da cui potrete vedere Brickell Key e Downtown.

Downtown

cosa vedere a Miami

Downtown è il centro vero e proprio di Miami ma noi non ne siamo rimasti entusiasti, un po’ per il grigiume che la pervade, il caos e poi perché non c’è molto da vedere a parte AAArena e Bayside Marketplace.

American Airlines Arena

cosa vedere a Miami

Che sia un balletto, uno spettacolo comico, motivazionale o una partita NBA ANDATECI. FATELO!

Più che una visita sarà un’esperienza. Per noi lo è stata e la rifarei altre mille volte, al di là del game in sè.

Noi abbiamo prenotato i biglietti per una partita dei Miami Heats, la squadra locale, sebbene non giocasse contro i nostri amati Lakers. L’importate è vedere una partita, ci siamo detti.

Ed effettivamente ogni nostra aspettativa è stata soddisfatta.

Dopo aver controllato fila per fila, sezione per sezione, i costi dei biglietti di ciascun posto, ne abbiamo trovati due vicinissimi al campo e non abbiamo nemmeno speso tanto!

BIG TIP 1: guardate tanti posti, impostare i vostri range di prezzo nel software per prenotare e non spenderete molto!

E’ andato tutto piuttosto bene, vi dirò che mi aspettavo molta più confusione e difficoltà a entrare/uscire.

Grazie al consiglio di un local siamo scesi alla fermata più comoda e meno affollata del MetroMover -ve ne parlo a breve-, poi siamo arrivati all’Arena a piedi e idem per tornare in Hotel. Abbiamo fatto una lunga fila per entrare perché, ahimè, Fede aveva lo zaino. Quindi, BIG TIP 2: non portate zaini o borse grandi, nè acqua in bottiglia. Risparmierete tempo e pazienza (c’è una entrata diversa con poca fila).

Bayside MarketPlace

Bayside è un grande centro commerciale all’aperto, comprende negozi di vario genere tra cui le classiche bancarelle da souvenir -più costosi che in altri posti- e diverse proposte food.

Noi non ne siamo rimasti super affascinati, di per sè non è meraviglioso, in più è tutto molto turistico. Anche qui pieno di pr che cercano di attirarti dentro a un locale e a noi questa cosa non piace proprio.

Unica nota positiva la vista su MiaMarina, il piccolo porto turistico di Miami.

Wynwood

cosa vedere a miami

Celebre quartiere della Miami continentale, un tempo degradato e associato alla malavita. Nel corso degli ultimi decenni è stato riqualificato anche grazie all’intervento di un ricco imprenditore immobiliare, diventando poi un polo importante per l’arte di strada mondiale.

Oggi Wynwood e i suoi famosi “walls” attraggono visitatori da ogni parte del globo e ospitano numerose manifestazioni durante l’anno.

Il quartiere circoscritto attorno ai Walls e a 2nd Avenue è molto carino e merita il “perdersi” girovagando qua e là. Vi capiterà di incontrare persone stravaganti, di vedere passare mezzi eccentrici e di immobilizzarvi davanti a opere d’arte a cielo aperto.

Guardate bene anche il pavimento su cui camminate, potreste leggerci citazioni famose!

State però attenti a non andare troppo in là e non fate come noi che ci siamo arrivati a piedi dall’ultima fermata del MetroMover. La zona circostante non è tranquillissima nè sicura ahimè, il tragitto per noi non è stato bellissimo ma ci ha permesso di imbatterci in un luogo particolarissimo. Guardate qua!

cosa vedere a Miami

Little Havana

cosa vedere a Miami

Come sicuramente saprete Miami è una città incredibilmente variegata dal punto di vista culturale e linguistico. Le influenze cubane, venezuelane, spagnole, italiane e i numerosi flussi migratori che si sono ripetuti nei secoli l’hanno resa una città internazionale. La lingua ufficiale è l’inglese ma sentirete parlare solamente lo spagnolo e, in alcuni posti, potrete avere difficoltà a farvi comprendere.

cosa vedere a Miami

Little Havana è uno di questi. Qui vive una gran parte di cubani, venezuelani e sud americani in generale e si parla prevalentemente spagnolo. I negozi, i ristoranti e l’ambiente seguono lo stile sud americano, ve ne accorgerete anche solo camminando per qualche minuto lungo Calle Ocho, la via principale.

Il nostro consiglio su cosa non dovreste assolutamente perdere? Dominos Park!

Il ritrovo di tutti i pensionati sud americani di Miami 😉 Potrete osservarli mentre giocano a Domino e non solo. Noi ci siamo molto divertiti, anche solo sbirciando da dietro la cancellata. Si può entrare e, probabilmente, anche fare una partita con loro.

cosa vedere a Miami

Everglades

cosa vedere a Miami

Le Everglades sono il celeberrimo parco naturale che si trova fuori Miami, una fitta rete di canali paludosi in cui vivono i temutissimi alligatori!

Si possono visitare con tour guidati oppure in autonomia, arrivandoci in auto. Noi vi consigliamo proprio questa seconda opzione e anzi, vi imponiamo di non scegliere la prima per non trovarvi nella nostra situazione (ennesima trappola per turisti).

Vi basterà prendere una cartina e scegliere la farm più adatta per il giro in AirBoat, la tipica imbarcazione da canale con l’elica gigantesca nel retro.

Per entrare nel parco delle Everglades vi sarà richiesta una tassa di 3$ a persona -se ben ricordo-, il giro in Airboat non dovrebbe costarvi tanto di più e vi darà la possibilità di vedere alligatori e coccodrilli a distanza ravvicinatissima.

Non abbiate paura però, non vi attaccheranno se non necessario e nel malaugurato caso voi cadiate dalla barca vi troverete in una ‘pozzanghera’ che vi arriverà a malapena al bacino.

L’unica cosa positiva del nostro tour turistico è stato lo ‘show‘ nella farm, durante il quale un simpaticissimo ranger ci ha spiegato qualcosa sul mondo degli alligatori e coccodrilli. Abbiamo anche beccato un temporale piuttosto forte (per me era un uragano, per loro una semplice pioggia della Florida) e a questo riguardo vi darò un consiglio a breve..

Keywest e Florida Keys

Vorrei potervi dare alcuni consigli anche riguardo le Florida Keys ma, per questioni di tempi stretti, non abbiamo potuto visitarle. O meglio, avremmo potuto, ma nel nostro unico giorno libero era prevista pioggia e noi volevamo noleggiare una cabrio.. Fate voi.

In ogni caso, siccome siamo sicuri di tornare ai Caraibi e di fare tappa a Miami, avremo modo di visitarle in futuro.

Intanto vi anticipo alcune cose (grazie a un americano conosciuto da Five Guys che ci ha dato due dritte).

Noleggiate un auto e fatele senza guida. Spendete tra una e l’altra almeno 2 giorni, tre o più se volete prenderla super comoda. Non comprate tantissime cose perché sono considerate come i Caraibi (=trappole per turisti) e sono carissime. Giratele in lungo e largo.

Consigli

Clima

Ve lo ricordo nel caso non ci stiate pensando.. Miami si affaccia proprio sull’Atlantico, quel simpaticone, ed è super soggetta a uragani durante l’anno. Come molte destinazioni ha una bassa stagione, pericolosa proprio per gli uragani, e un’alta stagione in cui il sole fa da padrone. Ahimè, purtroppo nemmeno l’alta stagione è perfetta e Miami non ha il meteo più simpatico di tutti. Preparatevi a piogge impreviste, acquazzoni di pochi minuti che rovineranno i vostri piani e vi faranno gonfiare i capelli.

Siate accorti! Portate con voi un qway o un mini ombrello perché può succedere da un momento all’altro. Tranquilli, dopo pochi minuti tornerà il sole spazzando via le nubi e facendovi morire di caldo e afa.

Vestitevi quindi a cipolla!!

E, altra cosa mooolto importante, mettete la protezione solare!! Siete quasi ai Caraibi, il sole picchia e brucia senza che ve ne accorgiate, complice la brezza che dall’Oceano lambisce Miami.

Sicurezza

Per quanto possibile, essendo una città di 460000 abitanti, Miami è abbastanza sicura ma tanto dipende dalla zona.. Evitate zone periferiche, quartieri come Little Haiti e gli estremi dei quartieri che vi ho consigliato.

State sempre all’occhio, persino Miami Beach può non essere sicura. Pensate che noi ci siamo trovati in una scena da film proprio su Washington Avenue!! Volanti della polizia, SWAT, militari e non solo per via di uno spacciatore che si era barricato nel suo edificio..

Imprevisti

Nel malaugurato caso abbiate bisogno di medicinali o di una consultazione medica superficiale (es. “ho mal di pancia, cosa prendo?”) vi straconsiglio la catena CVS Pharmacy!

Noi ci siamo andati in cerca di una crema cortisonica per le mie gambe –maledetti mosquitoes delle Bahamas! Di questo vi parlerò prossimamente..- e siamo usciti in 10 minuti, soddisfatti e sorridenti. Abbiamo chiesto consiglio all’apposito sportello, il dottore ci ha consigliato una buona crema antinfiammatoria con cortisone e ci ha confidato di essere un habituè delle Bahamas!

N.B.: NON partite per gli States senza assicurazione sanitaria.. Piuttosto fatene una annuale che copra tutti i vostri viaggi e non ci pensate più, ma non partite senza. La sanità americana (E di qualsiasi altro paese del mondo) non funziona come in Italia, non c’è la mutua che copre le spese mediche..

Soldi

Come nel resto d’America quasi tutto si può pagare con la carta di credito, ma portate con voi un po’ di dollari in carta che non fanno mai male.. Specie per i biglietti dei trasporti. Se li volete pagare a bordo dovete assolutamente avere gli spiccioli contati.

Dove mangiare

Durante questo viaggio abbiamo provato diversi locali e, stranamente, siamo stati piuttosto fortunati perché ci sono piaciuti tutti. Sono tutti diversi perché non abbiamo mai optato per lo stesso tipo di cucina, ve li consigliamo nel caso vi capitasse di passarci davanti..

Five Guys, Miami Beach – per panini e vere americanate. Il classico fast food in cui provare la cucina americana più ‘junk’: patatine, noccioline, hamburger, bibite con il free refill.

cosa vedere a Miami

A noi è piaciuto abbastanza il cibo e anche il servizio, fatto da afroamericani troppo divertenti.

Andrix Pizzeria, South Beach – come suggerisce il nome è una pizzeria ma al taglio e offre una vasta gamma di altri prodotti. In particolare bomboloni e paste buonissime che vi consigliamo, specie perché i dipendenti sono italiani e sanno bene come farli!

Hanno spesso offerte vantaggiose perciò è il posto in cui andare per mangiare bene e non spendere tantissimo.

cosa vedere a Miami

Harry’s Pizzeria, Coconut Grove – una pizzeria con molto stile e camerieri davvero gentili. Sembrerà strano ma abbiamo mangiato un’ottima pizza all’italiana!

cosa vedere a Miami

Bubba Gump, Bayside marketplace – un classicone durante i viaggi negli States, no?!

Molto bello e ovviamente arredato a tema Forrest Gump, ha un’interessante proposta di cibo. Il mio piatto, di cui non ricordo il nome, era però molto piccante! L’Hamburger di Fede buono!

cosa vedere a Miami

Dove alloggiare

Non vi darò riferimenti e indirizzi per il semplice fatto che non siamo stati particolarmente fortunati in termini di alloggi, oltre a una questione pubblicitaria.

Ciò che abbiamo potuto capire direttamente là è che il posto migliore in cui alloggiare è assolutamente la zona di South Beach o, al più, il resto di Miami Beach. Ha tutto ciò che potrebbe servirvi, c’è tanto da fare/vedere (a differenza di Miami città), e potete sempre raggiungere Miami via macchina o bus.

Se, come noi, potete spezzare la vacanza a Miami in due, vi consigliamo Coconut Grove come altra zona in cui alloggiare.

Come spostarsi

MetroMover: è un treno sopraelevato che segue un percorso di 7km tra Downtown e Brickell, fermandosi in diversi punti. E’ completamente gratuito e vi permetterà di risparmiare tempo per alcuni spostamenti.

Ce n’è uno anche tra la stazione ferroviaria dell’aeroporto e l’aeroporto stesso che vi permetterà di raggiungerlo in tempi brevi e sempre gratuitamente.

Trolley: tram su gomma super pittoresco e tipico della città! Ha diverse linee più o meno collegate fra loro che vi permetteranno di esplorare Little Havana, Brickell, Coconut Grove, Wynwood e anche Miami Beach. E’ gratuito e nelle zone centrali ne passano molti in tempi brevi, mentre nelle zone più esterne potreste dover aspettare parecchio. Esiste un’app di cui ora ci sfugge il nome per controllare il tragitto dei Trolley e intercettarli alla fermata più vicina.

Metrorail: vero e proprio treno sopraelevato che collega più o meno tutta la città di Miami. Ha due linee, la verde e l’arancione, che vi porteranno ovunque. Un biglietto singolo costa 2,25$ ma il consiglio è di comprare un pass giornaliero e sfruttarlo al meglio.

Metrobus: autobus con svariate linee che vi porterà ovunque. La nota dolente è che deve sottostare al traffico di Miami e, il più delle volte, impiega ore per fare qualche km. I costi sono come per il Metrorail quindi non ne vale molto la pena…

Auto: potete sempre scegliere di noleggiare un auto ma siate consci del fatto che difficilmente troverete parcheggio nei posti più affollati e che questo sarà molto costoso!!

A piedi: per quanto possibile, solo all’interno dei distretti. Miami e Miami beach sono molto grandi, non percorribili interamente a piedi. Tenetene conto nella scelta dell’alloggio e degli spostamenti.

Se sei finito qui c’è sicuramente un BUON motivo!

Il tuo sostegno è prezioso per Magna e Tes perciò, se ti va, seguimi sui Social (Instagram, Facebook, Youtube, Pinterest) e condividi gli articoli che ti piacciono. E se hai dubbi o vuoi dirmi com’è venuta la ricetta, lascia un commento qui sotto!

Inoltre, per rimanere sempre aggiornato su ricette, guide di viaggio e non solo, iscriviti alla Newsletter di Magna e Tes. Riceverai solo un’email a settimana, ricca di interessanti contenuti da guardare e leggere 🙂

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.