Costolette d’agnello panate con finocchi e salsa allo yogurt

Se non fosse per mia Nonna che lo cucina per Pasqua, in casa mia non si mangerebbe mai l’agnello.

Forse perchè non è tanto tipico delle nostre zone, forse perché nessuno in famiglia ne va matto. O meglio, ci piace, ma l’ “odore di bestia” ci mette un po’ in soggezione. Capite cosa intendo? Il sapore e, soprattutto, odore tipico della carne d’agnello e pecora. 

Insomma, lo mangiamo ma una volta ogni tanto. 

Quest’anno la lontananza da casa e l’idea di non passare la Pasqua insieme a nonni e genitori mi hanno convinto a comprare la carne d’agnello. Per un anno la preparerò io, mi sono detta, anche se a 16150 km di distanza. 

E così ho fatto. In occasione di Pasqua e Pasquetta ho pensato a questa ricetta, l’ho provata e vi dirò che mi è piaciuta tantissimo. Quasi quasi potrei abituarmi a mangiare le costolette d’agnello!

Costolette d’agnello panate, insalata di finocchi e salsa allo yogurt

costolette d'agnello

INGREDIENTI -per quattro persone-

8-12 costolette d’agnello (due rack da circa 5 costolette. Non agnello da latte, meglio agnello o agnellone)

200 g di nocciole tritate in farina -oppure pistacchi/anacardi/arachidi-

Due rametti di rosmarino

Uno spicchio d’aglio in camicia

3 finocchi

Due cucchiai di succo di limone o aceto di mele

100 g di yogurt intero

Qualche foglia di menta

Sale fino, olio extravergine d’oliva q.b.

PROCEDIMENTO

Per le costolette d’agnello

Per semplificarvi la preparazione chiedete al macellaio di darvi le costolette già pulite -con le ossa scalzate e senza grasso-, se non vi dispiace potete anche farlo voi.

Cominciate a scaldare un filo d’olio d’oliva in padella con rosmarino e aglio, aggiungete le costolette d’agnello (intere) e fatele rosolare su tutti i lati. Quando avrete sigillato bene la carne, dopo circa 4 minuti, salate le costolette e trasferitele in forno a 180°C per 10 minuti, se le volete molto cotte anche 15. 

Intanto dedicatevi alla salsa e all’insalata di finocchi.

Per la salsa allo yogurt

In un barattolo unite yogurt, un filo d’olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale, un cucchiaino di zucchero e la menta tagliuzzata. Aggiungete anche 3 cucchiai d’acqua, chiudete il barattolo e agitate per emulsionare tutto. 

La salsa è già pronta!

Per l’insalata di finocchi

Il procedimento è davvero semplice e veloce, così come la preparazione in sè. A piacere potete arricchirla con olive e arance e preparare un classico della cucina anni ’80, se vi piace la semplicità basterà così. 

Con una mandolina o col coltello affettate i finocchi in maniera molto sottile, conditeli con un filo d’olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale e il succo di limone. Tenete da parte fino al momento del servizio e, se possibile, conservate le foglie verdi di finocchietto.

 

Quando suonerà il timer del forno dovrete prendere le costolette d’agnello e panarle nella farina di nocciole. La polvere aderirà bene alla carne grazie ai suoi succhi di cottura, ma per semplificare la cosa potete inumidirla con olio d’oliva. 

Potete scegliere di servire le costolette unite su un letto di finocchi, con la salsa a parte, oppure impiattarle direttamente per le singole porzioni. La scelta è vostra, il risultato è più o meno questo.

 

Per altre ricette di Pasqua consulta le sezioni Festività salato o Festività dolce dei nostri ricettari!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.