Crema di barbabietol

Ricette con la barbabietola: crema e spaghetti con pancetta

Non l’avrei mai immaginato, eppure è successo. Ora non so se sono più sorpresa dal fatto che la torta di barbabietole e cacao fosse così buona o dal fatto che l’abbiate apprezzata così tanto anche voi. Fatto sta che ho deciso di regalarvi altre due ricette con la barbabietola, questa sconosciuta!

 

Due ricette con la barbabietola

  Spaghetti pancetta e barbabietola

 

Ingredienti -per due persone-

Crema di barbabietol

Per la crema di barbabietola e panna acida

Tre barbabietole rosse

Olio evo, sale fino, pepe nero q.b.

Acqua q.b.

Germogli

50 g di panna fresca 

Succo di mezzo limone

 

Per gli spaghetti con pancetta e barbabietola 

Crema di barbabietola della ricetta qui sopra

160 g di spaghetti alla chitarra

80 g di pancetta stesa

 

Procedimento

Per la crema di barbabietola

Lavate e pelate le barbabietole con un pelapatate, cercando di fare meno scarto possibile. Mettete sul fuoco una pentola con acqua calda e un pizzico di sale grosso. Tagliate le barbabietole a tocchetti -impiegheranno meno tempo a cuocere- e lessatele nell’acqua fino a renderle morbide. Quando saranno pronte frullatele con un po’ di acqua, olio evo, sale fino e una macinata di pepe nero.

A parte mescolate la panna con un pizzico di sale, pepe e il succo di limone. In pochi minuti prenderà sapore e consistenza, sarà il tocco di freschezza perfetto per la crema di barbabietola e ai germogli. 

 

Spaghetti pancetta e barbabietola

Per gli spaghetti con pancetta e barbabietola 

Tenete da parte un po’ di crema di barbabietola dalla ricetta qui sopra e mettete a bollire dell’acqua in una pentola con una presa di sale. 

A parte, in un padellino, fate rosolare a fiamma vivace la pancetta tagliata a listarelle. Lasciate che si sciolga il grasso e che la pancetta diventi croccante. 

Cuocete la pasta e scolatela al dente. Conditela con la crema di barbabietola, pepe nero e un po’ di Parmigiano Reggiano grattugiato. Infine, unite anche la pancetta e il grasso di cottura. Impiattate e mangiate caldo.   

Se sei finito qui c’è sicuramente un BUON motivo!

Il tuo sostegno è prezioso per Magna e Tes perciò, se ti va, seguimi sui Social (Instagram, Facebook, Youtube, Pinterest) e condividi gli articoli che ti piacciono. E se hai dubbi o vuoi dirmi com’è venuta la ricetta, lascia un commento qui sotto!

Inoltre, per rimanere sempre aggiornato su ricette, guide di viaggio e non solo, iscriviti alla Newsletter di Magna e Tes. Riceverai solo un’email a settimana, ricca di interessanti contenuti da guardare e leggere 🙂

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.