La ricetta originale della carbonara

Per il pranzo di oggi ci spostiamo nel Lazio, siamo a Roma in un’osteria tradizionale.

Dopo l’amatriciana e la cacio e pepe prepariamo un’altra celebre ricetta romana: la carbonara

Per capire il significato della parola carbonara dobbiamo fare un salto nel passato e attingere alla storia romana, dove essa era il pasto comune dei carbonai appenninici (detti carbonari). Un piatto semplice, preparato con ingredienti poveri che non mancavano sulla tavola dei contadini (uova e formaggio).
C’è chi fa risalire la sua “invenzione” ai napoletani, basandosi su uno scritto di Ippolito Cavalcanti, chi agli angloamericani per l’introduzione del bacon nel nostro mercato. A me piace pensare sia romana e, finora, è la teoria più accreditata. Ne esistono svariate versioni, ognuno la fa a modo suo insomma, però c’è uno standard condiviso da più o meno tutti.

Per fare le cose fatte bene ho chiesto la ricetta originale ad Andrea, un amico ed ex collega romano, che di carbonara se ne intende alla grande!

 

La pasta alla carbonara
carbonara
INGREDIENTI -per 2 persone-

160 g di pasta tipo tortiglioni
100 g di guanciale -ricetta originale-
2 tuorli
Pecorino romano e Parmigiano Reggiano grattugiati
Sale, pepe q.b.

PROCEDIMENTO

Cuocete la pasta in acqua bollente salata e, nel frattempo, fate rosolare in padella il guanciale precedentemente tagliato a striscioline. 

In una ciotola d’acciaio sbattete i tuorli, aggiungete Pecorino Romano e Parmigiano Reggiano (in quantità 1:2, ovvero una parte di Pecorino e due di Parmigiano) e  una bella macinata di pepe, quindi amalgamate tutto. Stemperate con un mestolo di acqua di cottura della pasta.

Quando la pasta sarà al dente dovete scolarla e versarla sulla crema di tuorli. Aggiungete il guanciale rosolato con tanto di grasso di cottura che avrà rilasciato e amalgamate bene tutto. L’uovo si cuocerà col calore della pasta e del guanciale, oltre che con quello dell’acqua di cottura.

Dovrà essere bella cremosa, nel caso fosse troppo liquida potete mettere la ciotola su una pentola d’acqua -creando un bagnomaria- e mescolare finchè le uova si addenseranno leggermente.

Servite la carbonara con una macinata di pepe e una bella grattata di Pecorino.

E’ goduriosa!!

Written By
More from Carlotta

“I biscottini carini”

Buon sabato mattina a tutti! Qui a Modena è una giornatina piuttosto...
Read More