Carciofo alla giudia

Buon sabato!

La ricetta di oggi appartiene alla tradizione culinaria italiana, in particolare a quella romana e prevede l’utilizzo di un solo ingrediente: il carciofo. 

Questa volta lo prepareremo alla giudia, prossimamente alla romana!

 

Carciofo alla giudia

carciofo alla giudia

 

INGREDIENTI

Una mammola

Olio per friggere, meglio se d’oliva

Sale

Limone

 

PROCEDIMENTO

Lavate e mondate la mammola privandola delle foglie esterne più coriacee, tornendo leggermente il gambo ed eliminando la barba interna. Potete friggerlo semplicemente come natura l’ha fatto oppure ripiegare le brattee verso l’interno, dandogli una forma a rosa.

Conservate il carciofo in acqua acidulata con limone per evitare che ossidi, poi, al momento della cottura, scolatelo e asciugatelo bene.

Friggete a 160-170°C, in una pentola capiente, stando attenti agli schizzi iniziali. 

Cercate di immergere bene il carciofo e di girarlo di tanto in tanto così che si frigga uniformemente. Servirà qualche minuto per rendere croccanti tutte le sue parti, dopodiché potrete scolarlo, salarlo e portarlo in tavola. 

carciofo alla giudia

Se sei finito qua sul mio blog c’è sicuramente un buon motivo 😀

Il tuo sostegno è prezioso per Magna e Tes, perciò, se ti va, seguici sui Social e condividi i nostri articoli.

Puoi trovarci su Instagram, su Facebook , su Youtube, Twitter e Pinterest. Dai un’occhiata e unisciti a noi!

Inoltre, per rimanere sempre aggiornato sulle nostre ricette, sulle nostre guide di viaggio e in generale su ciò che combiniamo, iscriviti alla Newsletter di Magna e Tes. Riceverai solo un’email a settimana, ricca di interessanti contenuti da guardare e leggere 🙂

Written By
More from Carlotta

Mozzarella in carrozza, mannaggia a te!

Avete presente quando, dopo una giornata intensa, poco dopo cena vi spiaggiate sul divano,...
Read More