Uovo in raviolo dello chef Valentino Marcattilii

La ricetta di oggi è davvero speciale, non è semplicissima ma con un po’ di pazienza diventa fattibile. E poi, oltre alla soddisfazione di averla fatta, riceverete tanti complimenti dai vostri commensali e potrete far rosicare suocere e zie!
Il nome della ricetta è Uovo in raviolo e l’idea è dello  chef Valentino Marcattilii del San Domenico di Imola: praticamente è un raviolo ripieno di ricotta, spinaci e un tuorlo d’uovo “fondente” servito con burro nocciola, Parmigiano Reggiano e tartufo.

Vediamo come si fa!

 

Uovo in raviolo

INGREDIENTI

100 g di spinaci lessati e strizzati
100 g di burro fresco
100 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
150 g di ricotta di pecora
7 uova -uno per la farcitura, due per le uova, quattro per l’interno del raviolo-
200 g di farina per sfoglia
Olio q.b.
Sale, pepe, noce moscata q.b.
Tartufo di stagione

 

PROCEDIMENTO

Tritate finemente gli spinaci, uniteli alla ricotta, a metà del Parmigiano grattugiato e mescolate bene con un cucchiaio di legno. Unite anche un uovo, un pizzico di sale, pepe e noce moscata a piacere, poi amalgamate bene.

Tenete il ripieno da parte mentre preparate la sfoglia; impastate 2 uova con 200 g di farina e lasciatela riposare per una mezz’oretta.

Stendetela in sfoglie molto sottili (a macchina con spessore 8, a mano finchè sarà quasi trasparente) e coppatela -con un coppapasta o scodella- a dischi di circa 15 cm di diametro. Ne serviranno almeno 8.

Ora potete procedere con l’assemblaggio disponendo il ripieno su metà dei dischi di sfoglia, aiutandovi con un sac à poche per creare un cerchio di farcia -dovrete lasciare uno spazio al centro del disco-.

Rompete un uovo, separate tuorlo e albume e adagiate il tuorlo al centro del cerchio che avete formato in precedenza. Infine, chiudete i ravioli con l’altra metà dei dischi di sfoglia avendo cura di sigillare bene i bordi e di non formare bolle d’aria all’interno. Vi verranno quattro “uovo in raviolo”.

A questo punto i ravioli sono pronti per essere cotti: metteteli su 4 quadrati di carta forno, tuffateli in acqua bollente salata e fate cuocere per circa 3/4 minuti. L’importante è che la pasta sia cotta, il tuorlo al centro deve rimanere morbido, deve essere fondente, così quando aprirete il raviolo si unirà al condimento.

Mentre cuocete i ravioli dedicatevi al burro nocciola semplicemente facendo sciogliere il burro in padella e lasciandolo “tostare” fino a un colore leggermente bruno.
Scolate i ravioli, metteteli nel piatto, copriteli con una bella grattugiata di Parmigiano Reggiano e versateci sopra il burro nocciola. Se ne avete e se vi piace potete completare il piatto con qualche scaglia di tartufo di stagione. L’uovo in raviolo è pronto! Buon appetito

 

Ed ecco il risultato una volta tagliato il raviolo..

 
uovo in raviolo

 

Written By
More from Carlotta

Bis di ravioli ai fichi e alle patate

Buongiorno!  Oggi ricetta salata per gli amanti dei ravioli: un bel bis...
Read More