Risotto agli asparagi

Tra le verdure che adoro cucinare ci sono sicuramente gli asparagi. Comuni, viola, bianchi o selvatici, mi piacciono tutti! Il problema è che devo aspettare fino a primavera e approfittarne per un tempo ridotto perchè, si sa, a me piace rispettare la stagionalità.

Quest’anno, dato che sono in Australia, perdo una delle mie stagioni preferite e la possibilità di preparare splendide ricette primaverili. Non preoccupatevi, però, ho fatto scorta l’anno scorso e ho tante idee da pubblicare per questa stagione.

Una di queste è sicuramente il risotto con gli asparagi, old but gold!

Risotto agli asparagi 

 

INGREDIENTI -per due persone-

160 g di riso Arborio o Carnaroli

1/2 scalogno

1/2 bicchiere di vino bianco

Un mazzetto di asparagi

Pecorino toscano o Parmigiano Reggiano grattugiato q.b.

Olio extravergine d’oliva, sale fino, pepe nero q.b.

PROCEDIMENTO

Per prima cosa mondate gli asparagi: pelateli da sotto le punte fino alla fine del gambo e poi ‘spezzate’ la parte terminale del gambo, quella fibrosa. 

Mettete tutti i pezzi di gambo ‘fibroso’ in una pentola, coprite con acqua tiepida e portate a bollore. Prepareremo un brodo/crema per insaporire il risotto.

Scaldate sul fuoco una casseruola capiente, aggiungete il riso e cominciate a tostarlo a secco -senza grassi-. Mescolate di continuo, ci vorrà qualche minuto, capirete di aver tostato abbastanza il riso quando al tatto risulterà molto caldo.

A questo punto aggiungete un filo d’olio extravergine d’oliva e lo scalogno. Fate insaporire per qualche minuto poi sfumate col vino bianco e lasciatelo evaporare.

Cominciate ad aggiungere il brodo d’asparagi preparato in precedenza, un mestolo per volta. Se preferite potete frullare i gambi e l’acqua, creando una sorta di purea da setacciare e aggiungere al riso.

-N.B.: Sia in uno che nell’altro caso potete riutilizzare gli scarti essiccando i gambi interi/frullati. Una volta secchi li frullate e ottenete un brodo in polvere profumatissimo!-

Unite anche un pizzico di sale e fate cuocere. Di tanto in tanto aggiungete altro brodo e mescolate.

Ora prendete la parte ‘morbida’ degli asparagi, tagliate le punte e fate a rondelle il resto. Dividete a metà qualche punta e lasciatene alcune intere.

Verso metà cottura del risotto potete aggiungere le rondelle di asparagi, giusto negli ultimi 3-4 minuti affinchè si cuociano ma non perdano il loro meraviglioso colore.

Spegnete poi il fuoco, aggiungete una manciata di formaggio grattugiato, le punte d’asparagi e un filo d’olio. Regolate di sale e, a piacere, potete aggiungere del pepe macinato.

Lasciate ‘riposare’ per due minuti poi impiattate! 

Visto, non abbiamo sprecato neanche un po’ di asparagi!

Se sei finito qui c’è sicuramente un BUON motivo!

Il tuo sostegno è prezioso per Magna e Tes perciò, se ti va, seguimi sui Social (Instagram, Facebook, Youtube, Pinterest) e condividi gli articoli che ti piacciono. E se hai dubbi o vuoi dirmi com’è venuta la ricetta, lascia un commento qui sotto!

Inoltre, per rimanere sempre aggiornato su ricette, guide di viaggio e non solo, iscriviti alla Newsletter di Magna e Tes. Riceverai solo un’email a settimana, ricca di interessanti contenuti da guardare e leggere 🙂

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.