Seychelles in 10 giorni, itinerario e consigli utili

Se dico “Seychelles“, a cosa pensate?

Provo a immaginare: spiagge paradisiache, acqua turchese e vegetazione lussureggiante. Vero?

Ecco, sappiate che, in realtà, sono molto più di questo perciò inizio subito raccontarvi cosa sono e cosa fare/vedere alle Seychelles in 10 giorni!

 

Seychelles: cosa, dove, come, quando

Seychelles in 10 giorni

Innanzitutto, cosa sono “LE SEYCHELLES”?

Sono un arcipelago di 115 isole ancora incontaminate, sparse nell’Oceano Indiano, a est rispetto al Continente Africano; una parte di esse, la più esterna, è di tipo corallino (piatte, con barriere, poco abitate se non da animali), l’altra è di tipo granitico (con rilievi e vegetazione lussureggiante). 

Queste isole sono tra le più antiche del mondo, eppure sono state scoperte solo nel passato recente: trovate da Vasco da Gama nel 1502, sono state colonizzate dai francesi dal 1770 e “vinte” poi dai britannici nel 1814.

In questi secoli si sono sviluppati la cultura, l’economia e l’agricoltura locale, basate principalmente su coltivazioni di frutta, spezie e pesca.

Inoltre, la popolazione allora costituita da schiavi portati dai francesi da ogni parte del mondo, si è uniformata ed è diventata un mix equilibrato di etnie.

Hanno ottenuto l’Indipendenza dal Regno Unito nel 1976, da allora sono una Repubblica del Commonwealth e stanno costruendo con fermezza la loro identità.

Piccola curiosità: la Capitale, Victoria, è la più piccola al mondo!

Oggi la lingua ufficiale è il Creolo, un francese storpiato ai tempi degli schiavi (portati dai francesi un po’ da tutto il mondo, motivo per cui oggi la popolazione seychellese è un mix di culture), ma si parla correntemente anche il francese tradizionale, l’inglese e, in molti posti, l’italiano. 

La moneta ufficiale è la Rupia delle Seychelles ma tantissime attività e lavoratori accettano anche dollari ed euro. 

Infine, la religione ufficiale è il Cattolicesimo, ma qui convivono in armonia anche credenti musulmani, hindu, cristiani e baha’i. 

Seychelles in 10 giorni

 

Non un altro posto, UN ALTRO MONDO

Vi capiterà di leggere/sentire questa frase un po’ ovunque perché è il motto dell’Ente di promozione turistica; vi chiederete cosa voglia dire e, probabilmente, vi darete risposta pensando alle spiagge bianche e incontaminate, all’acqua di un colore favoloso e così via.

Seychelles in 10 giorni

In realtà, la particolarità di questo piccolo angolo dell’Oceano Indiano è la sua incredibile biodiversità, sia a livello di flora che fauna: l’arcipelago ospita una varietà incredibile di animali e piante, oltre a essere Parco Nazionale protetto per il 50% della sua superficie e a vantare ben due siti Patrimonio UNESCO (Vallèe de Mai e Atollo di Aldabra). 

Seychelles in 10 giorni

Molte tra le specie qui presenti sono endemiche, si possono trovare solo qui: un esempio è la pianta del Coco de Mer, così chiamato dai coloni che lo vedevano arrivare alle navi via mare (cadeva dalle palme sulle spiagge e veniva trasportato dal mare)

Un altro particolare merito che le differenzia da qualsiasi altro posto nel mondo è l’impegno ambientale

Quasi tutte le isole sono incontaminate, anche le più turistiche non si sono piegate alle dinamiche da destinazione turistica, se non in minima parte. Gran parte delle isole coralline sono disabitate e, anzi, sono casa di tantissimi animali protetti: la stessa Aldabra, che è l’atollo emerso più grande al mondo, ospita oltre 150000 (più degli abitanti dell’intero Arcipelago) tartarughe giganti di terra, specie endemica.

I locals seguono uno stile di vita sostenibile ed esortano i turisti a fare lo stesso: niente sprechi di cibo, nè di acqua o altre risorse, raccolta e differenziazione dei rifiuti, rispetto di ogni forma animale o vegetale e altro ancora. Le Seychelles sono un esempio virtuoso in fatto di ecosostenibilità!

 

Qual è il periodo migliore per visitare le Seychelles?

Seychelles in 10 giorni

Tutto l’anno. La temperatura si mantiene sui 24-32°C per tutto l’anno, si distinguono due stagioni come in tutti i luoghi tropicali (secca e umida) ma risultano entrambe ottime per motivi diversi. 

  • Novembre-Aprile: stagione fresca, umida (piogge frequenti da Dicembre a Febbraio, altrimenti brevi piogge totalmente sopportabili). PERò: venti leggeri, spiagge non soggette a Zoostera (alga) e oceano calmo.
  • Maggio-Ottobre: stagione secca, molto soleggiata (non si escludono comunque brevi acquazzoni), MA venti medio-forti, Zoostera su molte spiagge e oceano agitato.

Detto questo, che mese scegliereste?! Forse Luglio o Agosto per le ferie estive, perché la probabilità di pioggia è più bassa, vero?

Se posso darvi un consiglio vi dico di non preoccuparvi delle precipitazioni perché non assomigliano per niente alla nostra pioggia e temporali. L’intensità è diversa e poi, nei luoghi tropicali, le piogge hanno il loro perché! 

Noi abbiamo visitato le Seychelles in 10 giorni a inizio Novembre, a cavallo tra la fine della stagione secca e quella umida. Le previsioni da casa ci avevano prospettato una vacanza di pioggia e grigio, invece è stata tutt’altro! Non vi nego che ha piovuto di tanto in tanto, ma siamo sempre riusciti a fare tutto (escursioni, spostamenti, ecc..) e non ci è pesata per niente la pioggia, anzi l’abbiamo trovata quasi affascinante in un posto così!

Sappiate anche che le isole granitiche interne (le più turistiche, quelle abitate) sono fuori dalla fascia ciclonica, il che le rende sicure anche in periodo piovoso. 

Per concludere, a mio avviso il periodo migliore è nei mesi di Settembre-Ottobre, fino a inizio Novembre, poiché il sole predomina, l’oceano non è agitato e non ci sono fastidiose alghe. Ah, poi inizia a essere bassa stagione perciò i prezzi calano e i luoghi sono leggermente meno affollati!

Seychelles in 10 giorni

 

Consigli per le Seychelles

Ecco alcuni consigli che è bene voi sappiate prima di partire per un viaggio alle Seychelles in 10 giorni o più (o meno).

Cosa serve per le Seychelles in 10 giorni

  • Passaporto con almeno 6 mesi di validità
  • Biglietto aereo A/R
  • Prenotazione alloggi oppure abbastanza soldi per dimostrare che potrete permettervi il soggiorno lì
  • Non servono visti (fino a 3 mesi) nè vaccini. Se siete iper sensibili prendete fermenti lattici prima, ma il livello di igiene qui è abbastanza buono!
  • Spray antizanzare e crema solare, possibilmente eco-friendly. Non c’è rischio di malattie o di morsi pericolosi da qualche animale, ma potreste fare strani incontri..

 

Alloggi ed esperienze

Sulle isole principali troverete diverse tipologie di alloggio dall’hotel di lusso all’appartamento self-catering (con cucina a tua disposizione, condivisa), passando per guest house e altre soluzioni. 

La scelta, ovviamente, è vostra e dipende dal tipo di viaggio a cui avete pensato. L’unico consiglio che posso darvi, qualsiasi soluzione voi vogliate scegliere, è di prenotare in anticipo perché le Seychelles sono soggette a turismo tutto l’anno e non sono poi così grandi..

Se non volete rimanere senza alloggio o avere poca scelta partite per tempo, almeno un mese prima della partenza

Noi per gli alloggi ma anche per gli spostamenti e altre informazioni importanti, ci siamo affidati a Seyvillas, agenzia specializzata sulle Seychelles, davvero professionale! 

Oltre a proporvi solo i migliori alloggi ed esperienze, controllati e certificati, mettono a disposizione sul loro sito informazioni davvero utili sulle Seychelles. Propongono il miglior prezzo e sono sempre a disposizione per aiutarvi a organizzare il viaggio perfetto

 

Trasporti

Seychelles in 10 giorni

Il discorso di qualche riga fa vale anche per i trasporti, che siano voli intercontinentali per raggiungere le Seychelles oppure piccolo spostamenti tra le isole. Prenotando per tempo sarete sicuri di avere un posto a bordo, risparmierete tempo e stress, ma anche soldi!

Al di là di questo, per quel che riguarda i trasporti, ogni isola è diversa:

-su La Digue ci sono poche macchine, solo a disposizione di locals e agenzie che trasportano i turisti (praticamente sono piccoli Caddy Taxi che vi scortano qua e là), ma tante biciclette e pedoni. Potrete, quindi, noleggiare una bici o camminare, tanto l’isola è piccola. 

Seychelles in 10 giorni

-su Praslin ci sono le macchine e la combo dimensioni isola+dislivelli+pericolosità dei locals alla guida la rende poco camminabile o ciclabile. Il consiglio, perciò, è di muovervi con mezzi locali (bus spericolati che vi portano quasi ovunque. NO valige a bordo!) oppure di noleggiare una macchina

-su Mahe la viabilità è totalmente diversa: ci sono parecchie strade, specialmente nel Nord, molto trafficate. Per dimensioni vi consiglio di muovervi anche qua con mezzi pubblici (NO valige a bordo!) o con una macchina a noleggio

In ogni caso, la guida è a sinistra: che giriate in macchina, a piedi o in bici ricordatevi di rimanere sempre sulla sinistra! Se intendete noleggiare un auto verificate quale patente serva (italiana, internazionale…).

 

Soldi

Come vi dicevo prima qui si usano le Rupie Seychellesi ma vengono accettati anche dollari ed euro quasi ovunque. Il nostro consiglio, comunque, è di partire da casa con una buona quantità di Rupie, o comunque cambiarle là, e un po’ di Euro per le emergenze. 

E’ bene portare con sè anche una carta di credito, meglio se circuito Visa (molto popolare lì) o Mastecard, ma non saranno tantissime le occasioni in cui riuscirete a usarla fuori dai resort. 

 

Persone

Ve ne accorgerete quasi subito, i seychellesi non sono un popolo particolarmente caloroso. Potranno sembrarvi un po’ schivi, chiusi, ed effettivamente è così, ma non significa siano antipatici o poco disponibili. 

Probabilmente si sono solo abituati a flussi turistici internazionali continui e convivono con le loro dinamiche senza fare scalpore. Probabilmente hanno “settato” la loro accoglienza su un modello francese-tedesco, più che italiano, pertanto ai nostri occhi possono sembrare più freddi.

Qualsiasi sia il motivo, sappiate che in realtà sono disponibili e molto educati

Attenzione, però, a non cadere in qualche trappola per turisti: contrattate sempre il prezzo, non accettate niente a scatola chiusa e tenetevi lontani da zone poco raccomandabili.

 

Altre info utili

  • Fuso orario: GMT +4 (2/3 ore in più dell’Italia, in base all’ora legale o solare)
  • Prese corrente: inglesi 220-240 Volt
  • Acqua: potabile quasi ovunque, ma sa di cloro
  • Rupie: 1 rupia seychellese (SCR)=0,067€

 

Seychelles in di 10 giorni

Visitare gran parte delle Seychelles in 10 giorni è possibilissimo e ora voglio spiegarvi come ripartire al meglio le giornate sulle isole. Premetto che il modello che vi riporto non è quello che abbiamo seguito noi, ma quello che sicuramente seguiremmo se tornassimo alle Seychelles!

Seychelles in 10 giorni

Da casa, infatti, abbiamo prenotato i vari soggiorni basandoci su consigli di conoscenti, di altri blogger e agenti di viaggio; solo là ci siamo resi conto che avremmo preferito dedicare più tempo a una isola e meno a un’altra, quindi col senno di poi avremmo invertito la durata. 

Piccola parentesi: se potete visitate e pernottate anche su isole come Bird, Silhouette o Cerf. Noi non siamo riusciti (abbiamo organizzato troppo tardi), ma in futuro non ci faremo scappare nuovamente l’opportunità!

 

Giorno 1, 2

Partenza da Bologna con volo Emirates su Dubai e arrivo ore 7.00 del giorno dopo a Mahe. 

Ore 10.00 Traghetto CatCocos verso La Digue, arrivo per le 11.30 e trasferimento presso Casa de Leela: POSTO CONSIGLIATISSIMO! Qui abbiamo noleggiato una bici per tutti e tre i giorni, che ci ha permesso di visitare ogni angolo di La Digue.

In questo modo abbiamo avuto il resto della giornata a disposizione per girare l’isola. 

Seychelles in 10 giorni

 

Giorni 2, 3 e 4

Il secondo giorno abbiamo fatto un’escursione meravigliosa con Sunny Trail Guide di cui vi parlerò nella guida dedicata a La Digue. Siamo rientrati verso le 16 e abbiamo trascorso il resto della giornata in giro per l’isola.

Il terzo, invece, abbiamo visitato alcune tra le più belle spiagge delle Seychelles (Anse Marron, Anse Coco). Al pomeriggio ci siamo imbarcati su un CatRose verso Praslin ma, col senno di poi, avremmo ritardato la partenza di un giorno perciò vi consiglio di trascorrere anche il giorno 4 su La Digue e prendere il traghetto la mattina del 5° giorno. 

Il quarto giorno potrete rilassarvi su Grand Anse o Source d’Argent oppure partire per un’escursione verso Coco, Felicitè e Sister

 

Giorni 5, 6, 7, 8

Il quinto giorno prendete il traghetto verso Praslin e andate direttamente all’alloggio per sistemarvi. Anche qui mi sento di consigliarvi il nostro: Chez Bea.

Dedicate il resto della giornata a un po’ di relax in zone come Cote d’Or dove troverete tutto il necessario. Se visitate le Seychelles in 10 giorni almeno un giorno di tranquillità potete concedervelo, no? 

 

Il sesto giorno prenotate un’escursione per Curieuse e, magari, Cousin e St Pierre. Vedrete luoghi meravigliosi e rientrerete nel primo pomeriggio, in tempo per scoprire un’altra parte dell’isola.  

Il settimo giorno noleggiate un’auto e visitate l’isola, non ci vorrà molto. Guidate lungo le tortuose strade di Praslin per scoprire le calette e i suoi piccoli tesori nascosti (Anse Georgette, per cui vi servirà un permesso, e Anse Lazio).

Seychelles in 10 giorni

L’ottavo giorno rilassatevi e dedicatevi al luogo/parte dell’isola che vi è piaciuta di più nei giorni scorsi oppure partecipate a un’altra escursione. Non perdetevi una visita guidata alla Vallèe de Mai eh!

Seychelles in 10 giorni

 

Giorni 9, 10

A meno che non viaggiate leggeri o non noleggiate un’auto in cui lasciare la valigia, vi consiglio di prenotare almeno una notte su Mahe, così da visitarla senza troppi pensieri (la criminalità qui, purtroppo, c’è). 

Se possibile prendete un’auto e girate tutta l’isola da nord a sud, concedendovi tappe tra le calette più meritevoli e le attrazioni quali il Giardino Botanico, la distilleria di Rhum e così via.

Seychelles in 10 giorni

Anche di Mahe, comunque, ne parleremo in una guida apposita.

Il giorno 10 sarà quello della partenza, possibilmente con l’ultimo volo della sera 😉

 

Vi è piaciuta questa guida/itinerario per le Seychelles in 10 giorni?

Il vostr sostegno è prezioso per Magna e Tes perciò, se vi va, seguiteci sui Social (Instagram, Facebook, Youtube, Pinterest) e condividete gli articoli che vi piacciono. 

Inoltre, per rimanere sempre aggiornati su ricette, guide di viaggio e non solo, iscrivetevi alla Newsletter di Magna e Tes. Riceverete solo un’email a settimana, ricca di interessanti contenuti da guardare e leggere 🙂

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.