LA tigella: prosciutto crudo, rucola e stracchino

Tra eventi, concerti e piazze impazza la moda degli hamburger gourmet e, in generale, dei food truck. Ma vi siete mai chiesti il motivo di tanto successo? 

Semplice. Le proposte sono tante e varie, le quantità sono piuttosto abbondanti e il cibo, oltre a essere buono (nella maggior parte dei casi, non in tutti), è pratico. Incartato in un foglio di giornale o nella sua confezione di cartone l’hamburger è molto più facile da mangiare, soprattutto tra la folla di un concerto o a passeggio per le vie della città. 

Modena ospita spesso eventi a tema e le vie della città si riempiono di food truck di ogni genere, dalla cucina internazionale a quella italiana. Tanti, tanti hamburger ma ben poche crescentine. Eppure, la nostra ‘tigella’ (crescentina per i puristi) ha molto in comune con un qualsiasi hamburger. Allora oggi, invece di pubblicare la ricetta di un hamburger, per la mia rubrica “Paninazzi” aggiungo quella delLA tigella formato panino.

Non me ne vogliano i tradizionalisti, questo è solo un modo per rivedere la tigella in formato street food e pensarla come piatto unico per una pausa pranzo veloce.

 

LA tigella: prosciutto crudo, rucola e stracchino

tigella

 

INGREDIENTI

Una tigella grande -circa 10 cm di diametro. Trovi la ricetta qua: Le crescentine, quelle che tutti chiamano tigelle e la video ricetta qua: Tigelle o crescentine? La Rezdora impasta

Qualche fetta di Prosciutto di Modena D.O.P.

Stracchino o squacquerone di Romagna D.O.P.

Un mazzetto di rucola

 

PROCEDIMENTO

La parte più “complicata” di questa ricetta è preparare la super tigella, ma è comunque piuttosto semplice. Seguendo la ricetta o il video linkati qui sopra dovrete impastare le crescentine, lasciare lievitare e poi potrete formarle. Bicchieri, coppapasta o mani? Questa è una vostra scelta, l’importante è che oltre alle tigelle-crescentine di dimensioni classiche ne facciate anche una “big” di circa 10 cm di diametro. 

Cuocerla nel modo tradizionale risulterebbe scomodo, ma con la tigelliera in pochi minuti sarà pronta. 

Da calda dovrete dividerla a metà e farcirla con uno strato generoso di stracchino o squacquerone, una manciata di rucola fresca e qualche fetta di prosciutto crudo di Modena. 

Chiudete la tigella, avvolgetela in un tovagliolo o carta paglia e poi addentatela. Ideale per un pasto veloce e completo (così com’è diventa un vero piatto unico), anche da portarsi al lavoro per una pausa pranzo veloce. 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.