Zuppa di wonton e verdure, un piatto completo

Prima di parlare di zuppa di wonton e verdure ci tengo a fare due chiacchiere con voi circa la cucina asiatica 🙂

Sapevate che la cultura culinaria orientale si basa su una filosofia binaria?

Ogni piatto è un’associazione di due elementi, un farinaceo (riso o cereale) e una proteina, che sia carne o pesce. Il riso è sempre presente poiché è considerato elemento neutrale dalla teoria dello yin (femmineo) e lo yang (masculo). Assieme al riso devono essere serviti alimenti dello yin (femminei) e yang (masculi), solo così il piatto sarà equilibrato.

La cucina cinese, inoltre, segue uno schema preciso per la realizzazione di un piatto, ovvero: precucina, tagli e intagli, prefigurazione del piatto e passaggio sul fuoco. Interessante, vero?

 

 

Zuppa di wonton e verdure

 

INGREDIENTI -per 4 persone-

100 g di farina 00 (oppure 30 g di farina di riso e 70 g di 00)

60 g di acqua tiepida

Una carota

Un mazzetto di asparagi

Piselli freschi

60 g di polpa di pesce

Zenzero fresco

1 cipollotto

Alghe

Cavolo

Olio di semi

PROCEDIMENTO

Cominciate dai wonton: impastate acqua e farina per ottenere un composto omogeneo, poi fatelo riposare per una quindicina di minuti. 

Dedicatevi quindi al ripieno. I wan tan o wonton possono essere di carne, pesce o di verdura; in questo caso li abbiamo fatti il pesce.

Potete usare del pesce spatola cinese o pesce spada, altrimenti dei gamberetti o polpa di granchio.

Amalgamate la polpa di pesce con i piselli o altra verdura a scelta, condite con salsa di soia, una grattatina di zenzero e olio di semi. Ricordate che la cucina cinese non fa un grande uso di sale, per i cinesi la salsa di soia compensa il sapore salato, sapido.

Preparate anche il brodo di verdure in cui servire i wonton: utilizzate gli “scarti” di verdura come la parte finale dei gambi di asparagi, il cipollotto, i gambi del cavolo, le bucce di carota e via dicendo per prepararlo, mettete tutto in una pentola con acqua e fate bollire.

Dopo circa un’ora passate tutto al setaccio e mettete il brodo filtrato in una pentola.

Intanto stendete la pasta dei won ton, tagliatela in quadrati o coppatela a dischi e, dopo aver messo un cucchiaio di ripieno su ognuno, formate delle mezzelune/triangoli; infine, “plissettate” i ravioli pizzicando la pasta su sè stessa.

A questo punto unite al brodo il resto degli asparagi tagliato a tocchetti, la carota tagliata molto finemente, i piselli, pezzetti di cavolo e fateli cuocere per una decina di minuti. Potete utilizzare anche altre verdure!

I wonton vanno cotti a vapore (meglio coi cestelli di bamboo) per circa 20 minuti e poi tuffati nel brodo caldo di verdure.

Se sei finito qui c’è sicuramente un BUON motivo!

Il tuo sostegno è prezioso per Magna e Tes perciò, se ti va, seguimi sui Social (Instagram, Facebook, Youtube, Pinterest) e condividi gli articoli che ti piacciono. E se hai dubbi o vuoi dirmi com’è venuta la ricetta, lascia un commento qui sotto!

Inoltre, per rimanere sempre aggiornato su ricette, guide di viaggio e non solo, iscriviti alla Newsletter di Magna e Tes. Riceverai solo un’email a settimana, ricca di interessanti contenuti da guardare e leggere 🙂

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.